Superbonus 110%

SuperBonus 110%:
riqualifica la tua casa a costo zero

Il SuperBonus 110% è un incentivo fiscale introdotto a luglio 2020 con il “Decreto Rilancio”. Si tratta di una detrazione del 110% dall’Irpef o dall’Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, come ad esempio interventi di isolamento termico, sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e riduzione del rischio sismico.

Come ottenere il SuperBonus 110%?

Il SuperBonus è, ad oggi, il più alto incentivo di ristrutturazione edilizia. Per fornire un esempio, si può dire che su 10.000€ spesi, il Superbonus ne restituisce 11.000€ sotto forma di detrazione fiscale per i 5 anni successivi, ovvero 2.200€ di tasse da non pagare ogni anno per 5 anni.

Hai in programma un intervento di ristrutturazione su un immobile nuovo o di proprietà?

Noi di WeReady possiamo farti ottenere la detrazione del 110%, ma ci sono alcuni parametri da rispettare.
Innanzitutto, gli interventi devono assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche (esempio dalla D alla B). Se il miglioramento di due classi non è possibile, perché già appartenente alla classe A o B non preoccuparti, basterà ottenere il passaggio alla classe energetica più alta (ad esempio dalla “A3” alla “A4”). 

Per far sì che tu possa ottenere il SuperBonus 110%, dobbiamo valutare due tipi di interventi:

  • La realizzazione dell’isolamento termico dell’involucro dell’edificio (almeno il 25% della superficie disperdente dell’edificio)
  • La detrazione è calcolata su un importo di spesa massimo di:
    • 50.000 € per gli edifici unifamiliari o le unità funzionalmente indipendenti con accesso autonomo
    • 40.000 € moltiplicati per il numero di unità per gli edifici posseduti da un unico proprietario fino ad un massimo di 4 unità immobiliari
    • 40.000 € moltiplicati per il numero di unità per gli edifici condominiali da 2 a 8 unità immobiliari
    • 30.000 € moltiplicati per il numero di unità per gli edifici condominiali da più di 8 unità immobiliari


La sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo o con impianti di microcogenerazione o a collettori solari.
La detrazione è calcolata su un importo di spesa massimo di:

  • 30.000 € per gli edifici unifamiliari o le unità funzionalmente indipendenti
  • 20.000 € moltiplicati per il numero di unità in edifici posseduti da un unico proprietario fino ad un massimo di 4 unità immobiliari
  • 20.000 € moltiplicati per il numero di unità per gli edifici da 2 a 8 unità immobiliari
  • 15.000 € moltiplicati per il numero di unità per gli edifici da più di 8 unità immobiliari

Se insieme riusciremo a concludere uno di questi 3 interventi, potremo estendere il SuperBonus 110% anche a tutti gli altri interventi per il miglioramento energetico (un ottimo incentivo per rinnovare i tuoi serramenti, pannelli solari, colonnine di ricarica per le auto elettriche…).

SuperBonus 110%: quali requisiti avere per usufruirne?

I vantaggi dell’Superbonus 110% possono essere estesi anche al di fuori della tua sfera privata. Il Superbonus, infatti, spetta agli interventi eseguiti da:

  • Condomìni e dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su edifici composti da due a quattro unità immobiliari anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà
  • Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • Istituti autonomi case popolari o enti similari
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale
  • Associazioni sportive dilettantistiche per i soli immobili ad uso spogliatoio.

 

Per usufruire dell’Superbonus 110%, l’intervento deve:

  • Riguardare almeno uno dei 2 lavori elencati precedentemente
  • Essere eseguito su condòmini (almeno 2 unità con parti comuni), edifici unifamiliari o unità funzionalmente indipendenti e con accesso autonomo
  • Prevedere il miglioramento dell’immobile di almeno due classi energetiche, il pieno rispetto della normativa in materia di contenimento energetico e le disposizioni sui criteri ambientali minimi, la congruità delle spese e le asseverazioni tecniche.

 

Di prassi, per ottenere il superbonus 110% serve un esborso iniziale del capitale per sostenere le spese, ma se per qualsiasi motivo questo esborso non dovesse essere possibile, possiamo valutare altre strade insieme, come ad esempio un contributo sotto forma di sconto in fattura, oppure una cessione del credito ad altri soggetti.

Queste alternative prevedono dei costi burocratici e di gestione, che i consulenti di WeReady valuteranno caso per caso.

SuperBonus 110%: riqualifica il tuo immobile con WeReady

Vuoi scoprire come ottenere la detrazione del SuperBonus 110% con WeReady? Servono solo tre semplici passi per riqualificare il tuo immobile!

  1. Compila il modulo di richiesta e descrivici le tue esigenze e i lavori che vuoi realizzare.
  2. I nostri esperti in WeReady Consulting effettueranno un sopralluogo gratuito per garantirti una valutazione reale della fattibilità e dei costi.
  3. Riceverai il report che svilupperemo con i nostri professionisti e i nostri partner, proponendoti le soluzioni più adeguate alla tua situazione tenendo conto delle detrazioni fiscali al 110% o dello sconto in fattura.

Il Superbonus 110% è un incentivo fiscale. Questa agevolazione consiste in una detrazione dall’Irpef o dall’ Ires ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

Questo Bonus è il più alto incentivo mai concesso in ambito di ristrutturazione edilizia. L’aliquota incentivante è infatti al 110%. Significa che ogni 10.000€ spesi, ti vengono restituiti 11.000€ sotto forma di detrazione fiscale da suddividere nei 5 anni successivi. (In pratica avrai 2.200€ di tasse da non pagare ogni anno per 5 anni).

Gli interventi coperti dal Superbonus 110% sono 3:

  1. Gli interventi di isolamento termico dell’involucro dell’edificio, a patto che questo copra almeno il 25% della superficie disperdente dell’edificio
  2. Gli interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo o con impianti di microcogenerazione
  3. Gli interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo o con impianti di microcogenerazione

 

Cosa molto interessante è che, se eseguiamo uno di questi 3 interventi, il bonus del 110% si estende anche a tutti gli altri interventi per il miglioramento energetico (stiamo parlando per esempio di serramenti, pannelli solari, colonnine di ricarica per le auto elettriche etc…).

  • Per gli interventi di isolamento termico la detrazione è calcolata su un importo di spesa massimo di:
    • 50.000 € per gli edifici unifamiliari
    • 40.000 €  moltiplicati per il numero di unità in edifici da 2 a 8 unità immobiliari
    • 30.000 € moltiplicati per il numero di unità in edifici da più di 8 unità immobiliari
  • Per gli interventi di sostituzione degli impianti la detrazione è calcolata su un importo di spesa massimo di:
    • 30.000 € per gli edifici unifamiliari
    • 20.000 € moltiplicati per il numero di unità in edifici da 2 a 8 unità immobiliari
    • 15.000 € moltiplicati per il numero di unità in edifici da più di 8 unità immobiliari
  • Per l’installazione di pannelli fotovoltaici la detrazione è calcolata su un importo di spesa massimo di 48.000 € e comunque non superiore a 2.400 € per ogni Kw di potenza installata e 1.000€ per ogni Kwh di capacità di accumulo

Il Superbonus 110% si applica agli interventi eseguiti da:

  • Condomìni
  • Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni
  • Istituti autonomi case popolari o enti similari
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale
  • Associazioni sportive dilettantistiche per i soli immobili ad uso spogliatoio

Il Superbonus 110% è valido per interventi su:

  • Edifici già esistenti e dotati di impianti prima dell’intervento
  • Edifici condominiali (l’edificio deve avere almeno due unità ad uso esclusivo e delle parti comuni)
  • Edifici unifamiliari
  • Unità immobiliari situate in edifici plurifamiliari (villette bifamiliari/schiera o simili) funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno
SÌ.
Il Superbonus 110% sarà usufruibile per gli interventi realizzati su un massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi su parti comuni dell’edificio.

I requisiti da rispettare per poter usufruire del Superbonus 110% sono i seguenti:

  • L’intervento deve riguardare almeno uno dei 3 lavori elencati precedentemente
  • L’intervento deve essere eseguito su condomini (almeno 2 unità con parti comuni), edifici unifamiliari o unità in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti
  • L’intervento deve prevedere il miglioramento dell’immobile di almeno due classi energetiche
  • L’intervento deve prevedere il pieno rispetto della normativa in materia di contenimento energetico, nonché le disposizioni in materia di criteri ambientali minimi, di congruità delle spese e di asseverazioni tecniche
Sarà possibile usufruire del Superbonus 110% per solo 18 MESI,  esclusivamente per le spese sostenute a partire dal 1 Luglio 2020 e fino al 31 Dicembre 2021.

Il Superbonus 110% si può classificare come un RIMBORSO TOTALE in 5 ANNI delle spese sostenute, più un 10% di interessi.

Di norma è quindi previsto l’esborso iniziale del capitale per sostenere le spese.

IN ALTERNATIVA è possibile optare:

  • Per un contributo sotto forma di sconto in fattura da parte dell’impresa che esegue i lavori
  • Per la cessione del credito ad altri soggetti

 

Queste alternative prevedono però dei costi di gestione/burocratici che dovranno essere valutati a seguito della pubblicazione delle linee guida dell’Agenzia delle Entrate.

Lo “sconto in fattura” è una somma che corrisponde alla detrazione, che viene direttamente scalata sul corrispettivo dovuto al fornitore che ha effettuato gli interventi. Quest’ultimo recupera poi la somma applicando un credito d’imposta, con facoltà di successiva cessione del credito ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari.

La “cessione del credito” invece prevede la possibilità di trasformare l’importo della detrazione in credito d’imposta, con facoltà di successive cessioni ad altri soggetti quali privati, istituti di credito e altri intermediari finanziari.